\ La fotografia del mercato immobiliare di Monza e Brianza secondo Walter Springhetti

Il mercato immobiliare sul territorio monzese è stabile,” afferma Walter Springhetti, fondatore di Immobiliare WS Group, “Il 2019 è stato un anno positivo come bilancio generale: abbiamo assistito ad un miglioramento della fiducia da parte del consumatore dovuta alla facilità di accesso a mutui con tassi di interesse vantaggiosi.” Dopo la crisi del mattone del 2010 il mercato immobiliare su Monza, ha mantenuto in questi anni un trend positivo con una buona ripresa del settore edilizio come risposta alla crescente richiesta di nuove costruzioni da parte della fascia media di consumatori sempre più alla ricerca di immobili in grado di soddisfare le più moderne caratteristiche di eco-sostenibilità a livello di impianti e tecnologie, per abbattere i costi di gestione. “Più complicato e fermo rimane invece il mercato in Brianza per tipologie abitative come ville singole e in generale anche su Monza abbiamo riscontrato più difficoltà nel mercato degli immobili di lusso. In assoluta controtendenza invece la riscoperta di immobili con portineria per l’incremento degli ordini on-line.” Per rispondere a queste evidenze Immobiliare WS Group ha fatto importanti investimenti in comunicazione e ridefinito la figura degli agenti immobiliari, aumentando le loro competenze e specificità, affiancando il cliente con un servizio d’eccellenza. Grande risalto anche all’impatto emozionale nella presentazione degli immobili introducendo riprese con il drone e una comunicazione esaustiva ed accattivante per le nuove costruzioni. “Un esempio di successo quest’anno,” continua Walter Springhetti durante l’intervista, “è il nuovo complesso residenziale Mascagni District che abbiamo seguito nel dettaglio in tutte le fasi di costruzione e, iniziata la campagna vendite a luglio, abbiamo già venduto circa il 70% degli immobili.”
11 dicembre 2019