\ L'ufficio, uno spazio sempre più fluido

L’evoluzione tecnologica sta radicalmente cambiando il nostro quotidiano anche nel contesto lavorativo e produttivo. Si avverte l’esigenza di ridefinire gli spazi di lavoro con nuovi paradigmi che passano dallo smart-working, al co-working e prendono sempre più le distanze dalla concezione dell’ambiente di lavoro come qualcosa di chiuso e definito. Tante le tendenze nell’interior design e nell’architettura che vedono protagonisti gli spazi lavorativi con drastiche trasformazioni del concetto di ufficio. L’ambiente di lavoro sta diventando sempre più fluido, con spazi aperti e multifunzionali, che puntano sull’interazione tra le persone e sulla contaminazione continua. La postazione di lavoro fissa lascia piano piano posto a open space liquidi, studiati con materiali all’avanguardia ed eco-green, spazi flessibili capaci di intercettare il progredire delle tecnologie intorno a noi con connessioni veloci, cloud, postazioni virtuali. L’ufficio tende a sganciarsi quindi da un luogo fisico per valorizzare flessibilità ed autonomia: ogni individuo, nel prossimo futuro, potrà lavorare ovunque si trovi, ottimizzando tempi e spazi ed incrementando la propria produttività.

Prosegui l'approfondimento: www.coworking.it
22 marzo 2019